Una passione che può diventare un lavoro

Fotografare significa essere capaci di immortalare per sempre un momento irripetibile, che sia un sorriso, uno sguardo, un soggetto, un paesaggio. Vuol dire saper cogliere l’attimo perfetto per imprimere su una pellicola un’immagine indelebile di vita, che rimane immobile nonostante essa stessa sia in continua evoluzione. Ecco perché la fotografia è una sottile forma di quotidiana magia, capace di regalare il tutto in un secondo.

La passione per la fotografia, però, può anche diventare uno spunto per portare nella vita lavorativa una capacità ed una professionalità artistica legata alla macchina fotografica, ad un’istantanea che “cattura” qualcosa pur lasciandolo libero. Ma essere dei bravi fotografi può non bastare se si vogliono unire passione e lavoro, perché bisogna costringere la propria abilità artistica a piegarsi alle richieste specifiche di chi commissiona un lavoro.

camera

Diventa dunque questo il primo compromesso da stringere con se stessi qualora si voglia rendere la fotografia, non solo passione, ma anche lavoro.
Proprio a seguito di questa sorta di costrizione, non bisogna nemmeno tralasciare che un corso professionistico per fotografia ad indirizzo editoriale, rappresenta il secondo importante passo da fare per introdursi lavorativamente in questo campo, con solidità e sicurezza.

Si deve quindi smettere di concepire la fotografia un’arte amatoriale per farla diventare di fatto un’arte professionale.
Successivamente diventa fondamentale coltivare dei contatti che permettano al fotografo di inserirsi effettivamente nel campo dell’editoria dove, su commissioni, vengono richiesti servizi fotografici anche molto lontani dalle proprie preferenze: scatti religiosi, politici, di star nella quotidianità o di cronaca nera, inizieranno a far parte del grande ventaglio delle opportunità.

Inizialmente scegliere su cosa potersi orientare come fotografo potrà essere lusso di pochi, perché solo una volta affermatisi in uno specifico campo ci si potrà preferenzialmente orientare sempre sulla stessa linea direttiva.
Le collaborazioni con la stampa e con gli editori di giornali e riviste diventano il pane quotidiano, per cui anche la capacità di saper coltivare le giuste conoscenze, quelle che aprono la porta a nuove conquiste lavorative, rappresenta uno step indispensabile alla crescita di un fotografo professionista.

Infine, continuare ad aggiornarsi facendo corsi professionalizzanti e migliorativi, aggiunge qualità e dettaglio ad un servizio offerto da molti: eccellere dovrà essere un obiettivo eterno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *