Bullismo

Il bullismo è dietro l’angolo. Può succedere in qualsiasi momento, in qualsiasi posto. In una scuola americana la polizia è giunta a scuola chiamata dal dirigente scolastico perché in palestra c’erano alcuni ragazzi che importunavano ragazzi delle classi inferiori. All’arrivo le forze dell’ordine hanno constatato varie infrazioni. C’erano bevande, molti erano ubriachi. Molte bottiglie erano poste su un’isola in uno sgabuzzino. Fuori pioveva e sembrava notte nera. Al di là della porta d’ingresso dove sono i cappotti, c’erano dei ragazzi seduti a terra ubriachi.

Faceva freddo in sala e un giovane si stava lamentando della perdita di un anno di studio e quindi beveva per dimenticare. In un angolo, alcuni ragazzi dicevano che era meglio tenere duro, non fare nulla senza bere prima. La polizia è andata a controllare anche nelle classi. Meglio vedere, non si sa mai. Voci svolazzando come ritagli di carta, brusii, questo è quello che si sentiva, chi era ubriaco, certamente, si chiedeva cosa fosse successo, in modo confuso, quasi non avesse fatto niente. Uno dei bulli si appoggiava con tutto il suo peso ed è scivolato, finendo sulla porta. Si sentì girare, come un ballerino, poi si ribaltò, ma in quel momento era talmente confuso che potesse capire quello che stava accadendo. Uno degli insegnanti sconsolato disse che non c’era nulla che potesse fare per salvare quei ragazzi, nulla che si potesse tentare, che non fosse già stato tentato. Guardando a quei ragazzi si poteva vedere in cosa si stesse trasformando un futuro diverso, un futuro negativo. La polizia era sbalordita di vedere tanto marciume tra i ragazzi. Gli inseganti erano completamente incapaci di reagire. Il dirigente scolastico non da meno. Non era in grado di risolvere ma nemmeno affrontare il problema, tanto che si è rivolto alle forze dell’ordine. Il bullismo è dietro l’angolo, fermiamolo.

Mamme e abbigliamento bambini

Diventare mamma credo sia una delle cose più belle in assoluto, avere per nove mesi dentro di se un esserino che cresce, che fa parte di te, che ha una parte di te e farlo nascere con il forte desiderio di vedere il suo visino ed accarezzare le sue dolci e minuscole manine, credo che sia solo l’inizio di una storia bellissima, una storia che solo una mamma può comprendere a pieno.
Poterlo veder crescere, scoprire il mondo tenendo sempre te come modello da seguire, i primi passi, le prime parole, sono alcune delle tante di quelle cose che una mamma non riuscirebbe neanche a trattenere le lacrime dall’emozione e dalla felicità per la gioia nel vivere quegli eventi.
Oltre al lato protettivo c’è anche un’altra caratteristica che accomuna tutte le neo mamme e non, è la moda, la voglia matta di acquistare abbigliamento tutine neonati, le cose più trendy e originale per i nostri pargoletti, un ottima marca è il Gufo.

C’è chi si diverte a vestire i propri figli con degli abiti tipicamente da adulti, trasformando il proprio bambino o bambina i un uomo o donna adulta, divertendo molto spesso i passanti che ammirano quel mini personaggio nel carrozzino, ridicolizzando in senso buono gli adulti nel modo in cui si vestono e dimostrando che un piccoletto di pochi mesi o anni può essere più figo di loro. Poi ci sono quelle persone che rientrano nella categoria di mamme che pur vestendo i propri figli nel classico modo in cui dovrebbero vestire i bambini, si lasciano ammaliare dalla moda, scegliendo ovviamente dei capi divertenti e colorati che facciano sentire il bambino al passo con gli altri amici e allo stesso tempo comodo.
Fare compere per i propri figli è sempre la cosa più divertente, perché si scovano degli abitini veramente carini e delle cosine che in fanno scappare un sorriso divertito proprio per le dimensioni minuscole e di conseguenza immaginandole anche sul proprio bambino. Tra tutine, gonnelline e calzini, c’è l’imbarazzo della scelta, non si sa cosa acquistare, compreremmo di tutto se ci fosse la possibilità, perché per i nostri bimbi vogliamo solo e sempre il meglio.

Un weekend carnevalesco in Croazia

Questo mese di febbraio è stato molto festoso, e le vacanze sono capitate perfettamente, dando la possibilità di far fare a molti un bellissimo weekend in qualche città europea o perché no in una fantastica località calda, dove poter sorseggiare un mojito sdraiati su una spiaggia bianca, il mare cristallino e un sole caldo che ci scalda il viso.
E tra le tante località molti hanno optato per la Croazia, scegliendo di partire con i traghetti per la Croazia per potersi divertire ed avere ulteriori comodità durante questo, un po’ più lungo, weekend, un weekend dove si sono accostate due feste completamente diversi, un romantico San Valentino, una delle festività più amate dalla maggior parte degli innamorati, che mai come in questo giorno pretendono di trascorrerlo in un modo veramente speciale con la persona che si ama, e poi c’è carnevale, una festa pazza, colorata e divertente, dove maschere e musica a palla fanno da padrone per le strade di tutte le città.


La Croazia, ufficialmente chiamata Repubblica di Croazia è uno Stato dell’Unione Europea, affaccia ad ovest sul mar Adriatico e confina ad Est con la Serbia, a sud la Bosnia e il Montenegro, ed invece a nord – est confina con l’Ungheria. Ha una morfologia che può essere distinto, il paese, in tre zone con caratteristiche climatiche, geografiche e culturali completamente diverse, la vasta area pianeggiante dove sono presenti solo delle piccole formazioni collinari, in questa zona il clima è assolutamente continentale con inverni estremamente freddi e presenza di neve e estati molto calde. La seconda zona è quella delle catene montuose, situata nella parte centrale del paese e con un clima assolutamente alpino. La terza zona, quella dal caratteristico clima mediterraneo è la zona della costa adriatica, con un una fascia costiera molto variabile, infatti in alcune zone è di pochi chilometri ed altre si allarga notevolmente verso l’entroterra.
Una località, soprattutto la zona costiera, scelta da molti, per la maggioranza giovani, come meta estiva, poiché in pochissimi anni, la Croazia è riuscita ad avere una forte crescita economica ed a gestire le risorse per fare del turismo la sua principale risorsa di guadagno.

Il matrimonio, il giorno più bello

Il giorno tanto atteso è arrivato, quello sognato fin da quando eri una bambina, ti siedi un attimo a pensare a tutte le volte che hai sognato e desiderato questo girono, pensi a quante volte hai disegnato e ridisegnato il tuo abito da sposa, e ogni volta ne disegnavi un diverso, una volta aggiungevi tanti fiocchi, un’altra volevi il velo con la coroncina, volevi sembrare una principessa, perché tu ti sei sempre sentita una principessa, anche perché in quel modo era solito chiamarti il tuo caro nonno, un altro pensiero va lui che ha tanto desiderato, quanto te questo giorno. Poterti vedere con l’abito bianco, cavalcare la navata centrale della chiesa bella come un angelo, e finalmente quel momento è arrivato. Lui ti accompagnerà fino in fondo, fino all’altare, e ti donerà a quel fantastico e fortunato uomo che ha saputo cogliere il bello che c’è in te e lo ha amato dal primo giorno.


Dopo tanti mesi di preparativi, di ovvi imprevisti, adesso è tutto pronto, dai fiori a casa, in chiesa ed al ristorante, il ristorante, il menu, senza dimenticare tutti gli strani gusti ed eventuali allergie ed intolleranze, il fotografo matrimonio toscana non può assolutamente mancare, lui avrà il compito più importante in tutto l’evento, avrà il compito di immortalare ogni attimo, ogni particolare dovrà essere impresso in una foto, da poter guardare e riguardare ogni volta che lo si vorrà.
Il matrimonio è un momento bellissimo per le due persone che si uniscono, creando una nuova famiglia e dando vita ad una nuova generazione, è uno dei momenti che non può mancare in una persona, perché vivere quel giorno è una cosa unica, inimitabile e le emozioni ed i sentimenti che si provano in quel momento non si possono provare in un altro, perché il matrimonio è unico e le sue sensazioni devono essere uniche.
Prendetelo seriamente e vivetelo a pieno da l primo giorno, organizzato il tutto nei minimi particolari e anche se ai giorni nostri è difficile, dovrebbe durare per sempre con l’unica persona che si amerà per sempre.

A carnevale ogni scherzo vale!

Carnevale è alle porte, tra coriandoli e stelle filanti fiumi di persone sfileranno per le strade del proprio paese, tutti travestiti a proprio piacimento o in base ad un tema scelto. I colori sgargianti e la musica a palla invaderanno ogni angolo invogliando anche i più scettici e asociali a partecipare alla grande festa e al caos divertente che si verrà a creare.
Molti tra privati e attività come discoteche e ristoranti stanno o hanno già organizzando feste e festicciole per ricordare al meglio un giorno così divertente, dividendosi ovviamente i compiti c’è chi si occupa del rinfresco perché quale festa che si rispetti non ha un bar o un angolo dove mettere le bibite per dissetarsi, c’è chi invece, si occupa del dj e della musica poiché la cosa più importante per far riuscire al meglio una festa è cercare un dj perfetto e che sappia mettere ottima musica, così da coinvolgere a pieno tutti i partecipanti, ed infine c’è chi si occupa della pubblicità, dei manifesti e locandine e soprattutto della stampa flyers, poiché è il mezzo più usato dai giovani e non, per far conoscere a molte più persone il giorno e il luogo della festa, invitando a vivere una serata bellissima ed indimenticabile.


Molto spesso questi tipi di feste sono delle feste a tema o comunque essendo carnevale non bisogna arrivare senza almeno una maschera o che faccia capire che si è travestiti, perché il carnevale è proprio questo, è mascherarsi, trasformarsi ed essere soprattutto liberi di essere qualcosa o qualcuno che in un altro giorno dell’anno sarebbe fuori luogo o preso per pazzo. E carnevale oltre ad essere questo appena elencato è anche il giorno degli scherzi, dove sia grandi che piccini si divertono ad organizzare e fare scherzi agli amici o ad altre persone vittime ma a loro volta invogliate a reagire allo scherzo con un altro scherzo, scatenando delle catene di scherzi che possono durare anche per tutta la giornata, perché come dice il detto a Carnevale ogni scherzo vale, quindi non farti trovare impreparato, mi raccomando maschera e scherzi a volontà per quel giorno!

Un’estate ischitana

Anche se si è lontani dalle ferie estive si pensa già a come trascorrere quei giorni, che sia un weekend, una settimana, dieci o quindici giorni non ha importanza, si cerca il meglio per recuperare tutti i mesi trascorsi a lavorare ininterrottamente e soprattutto ci si ricarica per iniziare un nuovo anno lavorativo. E quest’anno si è scelto di restare in Italia, perché la penisola italiana, soprattutto le regioni del sud offrono dei magnifici luoghi di villeggiatura a molti sconosciuti. La meta di questa estate sarà Casamicciola e le sue terme, un luogo di una storia antichissima e piena di meraviglie da scoprire e da visitare.
Casamicciola è un comune italiano della provincia di Napoli appartenente all’isola di Ischia una delle quattro isole dell’arcipelago delle isole Flegree nel golfo di Napoli oltre a Procida, Vivara e Nisida. Queste isole appartengono all’area geologica dei Campi Flegrei, ovvero una vasta area di natura vulcanica situata a nord-ovest della città di Napoli e la parola “flegrei” deriva dal greco che significa proprio “brucio”, “ardo” poiché nella zona vi sono presenti innumerevoli tra crateri ed edifici vulcanici ed alcuni presentano addirittura delle manifestazioni gassose  come la famosa Solfatara, o idrotermali come nella zona di Agnano, Lucrino e Pozzuoli.


Il comune di Casamicciola è situato nella parte settentrionale dell’isola di Ischia, confinando con il comune di Ischia e quello di Barano d’Ischia, possiede un porto misto ovvero è un porto sia turistico che commerciale, con il quale gli abitanti dell’isola riescono a tenersi in contatto con la terraferma potendosi spostare tranquillamente attraverso traghetti ed aliscafi e facendo arrivare merci di qualsiasi tipo attraverso navi commerciali.
Man mano che ci si allontana dalla costa e ci avvicina al Monte Epomeo, la densità demografica diminuisce lasciando solo ad alcune case il privilegio di vivere quasi sulla punta del Monte, che non è altro che la punta di un vecchio vulcano marino oramai spento. E proprio per le sue origini vulcaniche sono presenti sull’isola molte sorgenti termali, i quali cittadini di Casamicciola hanno saputo sempre sfruttare rendendo la località famosa proprio per le qualità delle cure termali e forse proprio dalle sue caratteristiche geologiche deriva il nome della città, perché alcuni collegano il nome a  “Casa Nisola”, dal nome di una vecchia matrona eritrese di nome Nisola, che essendo inferma fu abbandonata sull’isola trovando guarigione nelle acque termali del paese. Altri, invece, credono che il nome derivi da “Casamice” cioè luogo di funghi e solo nel 1956 con l’abbondanza di queste acque termali assunse l’appellativo di Terme.
Il clima sull’isola è tipicamente mediterraneo, con degli inverni freddi il quale gennaio è il mese dell’anno più freddo e delle esteti principalmente caldi con luglio come mese più caldo dell’anno.

Si parte per la Grecia!

Finite oramai da tempo le lunghissime e rilassanti vacanze di Natale si pensa alle lontane e desiderate vacanze estive, ci si immagina sdraiati su una spiaggia dell’isola di Cefalonia con il caldo del sole che riscalda la pelle ed il leggero venticello che schizza gocce di acqua provenienti dal mare, rinfrescandoci in modo molto piacevole periodicamente. Immaginare è bello e soprattutto aiuta in una giornata piovosa e cupa come quella di oggi, dove dalla postazione di lavoro o dal divano di casa, vediamo fuori dalla finestra un cielo nero come la pece ed un temporale all’orizzonte venire verso di noi, pronto a scatenarci proprio nel momento in cui dobbiamo uscire di casa.


L’inverno non piace quasi a nessuno, piace solo a quella piccola percentuale di persone considerate anche un po’ strane viste le temperature e soprattutto il clima che ci colpisce in questa stagione, e allora per spezzare questa routine si cerca conforto sul web, mentre fuori si è scatenato il diluvio, qualche soluzione in merito alla tanto desiderata vacanza estiva. Si cerca qualche volo, o magari una nave per la Grecia e perché no una diretta per l’isola di Cefalonia, ci sono molte compagnie, ad esempio la Anek Lines, la Blue Star Ferries, la Grimaldi Lines, la Red Star Ferries, la Superfast Ferries e la Ventouris Ferries che coprono molte delle tratte che collegano la Grecia e le sue isole alla penisola italiana, dando modo a sempre più turisti e viaggiatori di potersi spostare in piena autonomia senza tener conto delle innumerevoli restrizioni che impone un volo.
La Grecia è una delle mete più ambite per l’estate, formata da innumerevoli isole, da il benvenuto ad ogni tipo di persona e vacanza, esaudendo tutti i desideri dei turisti che la invadono come tutte le estati. Tra le tante isole della Grecia c’è l’isola di Cefalonia, la maggiore isola dell’arcipelago delle Ionie, un arcipelago situato nel Mar Ionio che costituisce una delle tredici periferie del paese. La regione delle isole Ionie comprende sette isole le quali oltre all’isola di Cefalonia sono, Corfù, Paxos, Leucade, Itaca, Zacinto e Cerigo.
Le isole Ionie sono delle isole principalmente montuose, ed sono caratterizzate da un clima caldo ed umido, le principali attività sono la pesca, caratteristica classica di ogni isola, e in più la manifattura di sapone.
Cefalonia è un isola ricca di boschi ed è divisa in due parti dalla Baia di Livadi, sull’isola, come sulle altre isole dell’arcipelago, si coltivano principalmente cereali, olive ed uva, soprattutto quella sultanuna, ed è una forte meta turistica soprattutto per le grotte di Drakena e i naturali canali sotterranei ad Argostoli, le Katavothres.

Seo, cos’è?

Ti piacerebbe comprendere al meglio cos’è la Seo? Sapere tutti i meccanismi di ottimizzazione e posizionamento e magari scoprire i vari segreti per scalare la serp di tutti i motori di ricerca ed arrivare ai primi posti nei risultati di ricerca? Allora abbiamo il corso di formazione che fa per te, un nuovo corso seo napoli, che potrà aiutarti a comprendere tutto ciò e a rispondere a tutte le tue infinite domande.
Il 13 marzo 2015 a Napoli ci sarà una vera full immersion nel modo della seo, ovvero Search Engine Optimization, che sta per Ottimizzazione dei motori di ricerca, che nel linguaggio di internet, ottimizzazione sta ad indicare tutte quelle attività finalizzate ad ottenere maggiore  visibilità, rilevanza e lettura del proprio sito web da parte di tutti i motori di ricerca, grazie ad un conseguente migliore posizionamento.


Docenti molto esperti e presenti nel campo dell’ottimizzazione da molti anni, saranno lieti di illustrarvi le basi per gestire al meglio e autonomamente di conseguenza il proprio sito web.
Nella prima parte del corso ci sarà una panoramica generale sul concetto di posizionamento e come ragionano i motori di ricerca in base a questo e soprattutto perchè bisogna fare seo per il proprio sito web. Sempre nella prima parte della giornata si studierà in che modo capire se soprattutto sapere se il proprio sito è visto di buon occhio da Google e conoscere e approfondire quali modifiche apportare al sito pere essere affine con le direttive imposte dai motori di ricerca.
Dopo una piccola e breve pausa, si riprenderà con la conoscenza del tool che permetterà di scannerizzare fino all’ultimo angolo remoto del tuo sito per verificarne eventuali errori e quindi risolverli il prima possibile.
Nella seconda parte della giornata, dopo un’intensa pausa pranzo, giusto per ricaricarci ancora di più, saranno illustrati i concetti di keywords e backlink, come utilizzare i link e quali parole chiavi utilizzare per avere più risultati. Ed infine, con una piccola rivisitazione della storia di cappuccetto rosso, eviteremo il lupo cattivo, conosceremo i famosi algoritmi di google e cosa più importante impareremo ad evitarli.

Cosa aspetti, iscriviti!

Personalizza tappezzando

Molte persone amano acquistare spesso oggetti per la propria casa e arredarla in modo diverso per dare un tocco sempre più fresco e moderno alle camere, gettando, vendendo o regalando i mobili e le sedute oramai vecchi e non più adatti al nuovo arredo. Invece, altre persone preferiscono dare un tocco nuovo alla propria casa senza spendere molto, ma semplicemente tappezzando con un tessuto più nuovo e moderno le sedute e gli imbottiti che si desiderano, magari a volte per una questione economica o per un legame affettivo, si opta per una tappezzeria roma per avere un oggetto, oramai vecchio, rimodernato e reso di nuovo riutilizzabile.
Anche molti hotel e alberghi optano per una scelta simile, danno un immagine nuova al cliente senza dover cambiare ed acquistare tutti gli imbottiti delle camere o le poltrone e divani della hall, ma semplicemente tappezzandoli in modo diverso, magari scegliendo delle tonalità di colore diverso, per dare un immagine anche cromatica diversa.


Con il termine tappezzeria, si intende appunto la tecnica artistica – artigianale che consiste nel rivestire pareti, sedute, parti di mobili ed interni di automobili, navi e tutti gli altri veicoli con tessuti, pellami e carta da parate, quest’arte è un vero e proprio mestiere ed è svolto solo e soltanto da artigiani nei propri laboratori, poiché è un lavoro che, dato il suo metodo di lavorazione non potrebbe essere svolto da una macchina, per questo è considerata un’attività artigianale, dove ogni opera è unica e cosa principale, il lavoro svolto dalle mani esperte e vissute di un artigiano tappezziere non potrà mai essere sostituito da una macchina o da un robot automatico.
La tappezzeria è un’attività molto antica, alcuni reperti archeologici ci riportano indietro di migliaia di anni, in oriente, dove già gli antichi egizi amavano ricoprire le sedute ed altri elementi di arredo con imbottiture e stoffe ornamentate con immagini molto spesso sacre.
Un tappezziere è un artista, un tappezziere è colui che può rendere la tua casa, il tuo albergo o ogni altra tua attività, qualcosa di unico e personale, lasciando spazio all’originalità ed al proprio gusto personale.

Studiamo come ottimizzare il proprio sito

Un nuovo corso seo napoli è sbarcato a Napoli, dei docenti molto esperti e presenti nel settore da molti anni, saranno lieti di spiegarvi le base per una gestione autonoma del vostro sito, come ottimizzarlo e automaticamente posizionarlo nei primi posti della serp di tutti i motori di ricerca. In modo chiaro e semplice saranno mostrati degli esempi e tutti i passaggi per come rendere il proprio sito web, oltre che graficamente appetibile, anche da punto di vista tecnico, un sito internet perfetto e facile da navigare da parte degli utenti del web, senza farli “scappare” dopo pochi secondi, magari perché non è chiaro o facile da comprendere il meccanismo di come è stato strutturato tutto il sito web.


Tutto questo studio, di come strutturare il sito web e di tutti gli elementi di avere per essere considerato dagli utenti che navigano e soprattutto da i motori di ricerca un sito web serio e candidabile per i primi posti dei risultati di ricerca. Si parlerà di title, di meta title, della description e dei titoli H1,H2 e via dicendo, tutti quegli elementi che sono e devo essere presenti in un sito web per avere tutto ciò elencato in precedenza. Ma come per ogni cosa anche il web e tutto ciò che lo circonda sono soggetti a leggi e regole da seguire per avere una possibilità uguale per tutti, senza trovare scorciatoie e vie parallele per arrivare nei primi posti della serp, ma bisogna seguire quello che i motori di ricerca hanno imposto per avere un vero e proprio libero ma controllato mercato, altrimenti prenderanno delle serie conseguenze. Ad esempio, il motore di ricerca più usato dagli utenti del web è Google, i quali suoi programmatori hanno creato dei veri e propri paladini della legge, con il compito di analizzare ogni sito web e punire in modo lieve o più grave i trasgressori in base agli errori o alle scorciatoie effettuate. Non bisogna prendere sotto gamba quest’ultimo elemento, poiché gli algoritmi di Google, come penguin e panda, sono capaci anche di bloccare un sito, si è infranti delle regole molto gravi.